Chi può accedere alle risorse elettroniche della biblioteca?

Le risorse elettroniche sono accessibili sia agli utenti interni (studenti, professori, ricercatori, personale tecnico-amministrativo, contrattisti, visiting professors ecc.) che a quelli esterni.
I primi possono accedervi anche da postazioni esterne alla rete di ateneo (ad esempio da casa); gli utenti esterni, invece, possono consultare le risorse elettroniche dai PC delle biblioteche o, solo se in possesso di un'identità SPID e solo nella Biblioteca Universitaria Centrale (BUC)  anche dai propri dispositivi.

Come si accede alle risorse elettroniche della biblioteca?

Per accedere alle risorse elettroniche da postazioni situate nelle strutture universitarie non è necessario autenticarsi; da postazioni esterne alla rete di ateneo è richiesto l'account personale, fornito a tutti gli utenti afferenti all'Università di Trento.
Alcune banche dati e periodici elettronici sono accessibili tramite Virtual Desktop Infrastructure (VDI), secondo le istruzioni presenti sulla pagina dedicata.

Posso accedere alle risorse elettroniche da una postazione esterna all'Ateneo?

L'accesso alle risorse elettroniche da postazioni esterne alla rete di Ateneo è riservato agli utenti interni, che devono autenticarsi inserendo il proprio account.
Alcune banche dati e periodici elettronici sono accessibili tramite Virtual Desktop Infrastructure (VDI), secondo le istruzioni presenti sulla pagina dedicata

A chi mi posso rivolgere per problemi con username e password?

Per problemi di account è possibile rivolgersi all'helpdesk informatico, che fornisce informazioni via web, tramite casella di posta elettronica o di persona.

Come si salvano i dati nelle banche dati?

Le modalità di salvataggio sono specifiche per le varie banche dati consultate, per le quali esistono le schede riepilogative e in molti casi l'help in linea.

Come si stampano i dati nelle banche dati?

Se l'applicativo lo consente, è consigliabile procedere al salvataggio dei dati sul proprio computer e successivamente all'eventuale stampa;  è possibile anche utilizzare il meccanismo "copia-incolla" selezionando il testo e incollandolo in un applicativo locale (ad esempio in Word).
Qualora ciò non fosse possibile, è necessario utilizzare le funzioni di stampa predisposte della banca dati, assicurandosi
che il sistema sia istruito per indirizzare i dati verso la propria stampante.

Come si salvano i dati delle banche dati accessibili tramite desktop virtuale?

I dati delle ricerche si salvano sul desktop, utilizzando la funzione specifica della banca dati prescelta e successivamente si trasferiscono in Google Drive secondo le modalità illustrate alla pagina dedicata. I file salvati in Google Drive sono disponibili da qualsiasi computer o dispositivo collegato a Internet.

Qual è l'utilità delle banche dati?

Connettendomi ad una banca dati e immettendo negli specifici campi le parole chiave della mia ricerca, mi viene fornito un elenco di articoli che rispondono alla richiesta.
Generalmente trovo solo la notizia bibliografica, cioè la descrizione necessaria per reperire l'articolo e un piccolo riassunto del contenuto; a volte, invece, è presente un link al testo completo.

Posso collegarmi alle risorse elettroniche con un dispositivo mobile?

Parte delle banche dati e dei libri e periodici elettronici in abbonamento sono consultabili anche dai dispositivi mobili. Solitamente si viene reindirizzati automaticamente alla versione ottimizzata delle pagine web, in altri casi è necessario scaricare specifiche app gratuite. Alla pagina dedicata sono elencate le risorse e le relative APP.